venerdì 19 ottobre 2018

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 24 Gennaio 2018

Oggi ascoltiamo la parabola del seminatore. Dio mette il seme dell’ amore nel cuore di ogni uomo; Dio ama tutti, senza eccezioni. Ma la nostra risposta al suo amore è diversa: alcuni non ascoltano nemmeno; altri si entusiamano in un primo momento, ma “rinunciano” alla prima difficoltà; altri si affogano con le cose … Signore, concedimi di essere terra fertile dove il seme del tuo amore attecchisce e porta frutto.

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 23 Gennaio 2018

Oggi, la famiglia di Gesù gli fa una visita. Lo incontrano circondato da persone: i suoi apostoli, discepoli e amici. Essi sono così stretti che, povera Maria, non può nemmeno entrare. Lo avvissano … La risposta del Signore ci riempie di gioia: se amo la volontà del Padre, allora Gesù mi ama come ad un fratello. Ancora di più: come alla propria madre! Dio mio, quanto mi ami!

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 22 Gennaio 2018

22 Gennaio 2018

Oggi, ancora una volta!, alcuni “saggi” mettono a prova la pazienza di Gesù. Il Signore fa miracoli: tutti ne sono ammirati; nessuno mette in dubbio la realtà di quelle curazioni. Ma ci sono persone con la mente contorta: dicono che Gesù è demonizzato. Gesù Cristo guarisce tutti, ascolta tutti, da di mangiare a tutti … Pensi che qualcuno così possa essere posseduto dal demonio? Il diavolo non ha mai aiutato nessuno, perché non ama!

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 21 Gennaio 2018

Oggi immaginiamo Gesù “pescando” i suoi primi apostoli: Simone e suo fratello Andrea; in seguito, i figli di Zebedeo, cioè Giacomo e Giovanni… E così via fino ad oggi. Gli “pesca” affinché divengano “pescatori di uomini”. Grazie a loro ed a molti altri uomini coraggiosi, che gli hanno seguiti per secoli, siamo cristiani: e dobbiamo anche noi essere “pescatori” che aiutano l’Umanità!

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 20 Gennaio 2018

Il Vangelo di oggi per la famiglia - 20 Gennaio 2018

Oggi a Gesù succede qualcosa che può succedere anche a te: prenderti per pazzo perché ami Dio e vivi la religione. Addirittura possono anche prenderti in giro i tuoi migliori amici e conoscenti. Può succedere! Non sarebbe la prima volta. Non ti scoraggiare. Se ti capita, non stupirti: non confrontarti, sorridi, sii paziente, prega per loro … come il Mastro! Gesù trionfa con la sua pazienza.

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 19 Gennaio 2018

Oggi è un grande giorno: Gesù sceglie i suoi primi dodici apostoli. Assistiamo all’origine della Chiesa. Questi apostoli vivranno con Gesù e saranno inviati a predicare. Sono con Gesù per attrarre gli altri a Gesù: Dio sceglie tutti gli uomini e tutte le donne, senza eccezioni! Anche tu sei un membro “a pieno titolo” della Chiesa. Anche tu puoi contribuire affinché questa chiesa raggiunga tutti.

Leggi Tutto »

Commento al Vangelo di domenica 21 gennaio 2018 – Mc 1,14-20 – don Angelo Sceppacerca

È il primo sommario che si incontra nel Vangelo di Marco: la predicazione di Gesù “dopo che Giovanni fu arrestato”; una prefigurazione del destino di Gesù. Il Signore si reca fin da subito in Galilea, la regione che sarà anche il luogo d’incontro con il Cristo risorto. Gesù diffonde il Vangelo di Dio; lui stesso ha chiamato il suo messaggio buona notizia, Vangelo. Invita a convertirsi e chiama i primi quattro discepoli, proprio come esempio concreto di conversione, condizione necessaria per essere cristiani e discepoli, percorrere la strada del Maestro e compiere i suoi gesti di preferenza. Ciò che fa il discepolo è la sequela, non l’apprendimento di una dottrina; per questo l’essere discepolo è una condizione permanente. La sequela ha a che fare con la missione, perché è contagio di esistenza salvata. Lo si capisce anche da quel “passando lungo il mare”. L’incontro non è mai casuale, è sempre …

Leggi Tutto »

Commento al Vangelo di domenica 21 gennaio 2018 – Mc 1,14-20 – padre Gian Franco Scarpitta

In un giorno come tanti altri Le letture di questa Domenica danno l’occasione di riflettere su una realtà di fondo: quelli del Signore, eccettuando casi particolari e del tutto rari, non sono mai giorni straordinari. Dio si rivela infatti nell’immediatezza della vita ordinaria, nella spontaneità e nell’ordinarietà, nelle situazioni comuni della vita e quando la sua manifestazione avviene sotto questa forma indubbiamente reca sempre i dovuti frutti. Essi non riguardano immediatamente la vocazione, cioè la chiamata a una determinata missione o a un ruolo specifico, ma prima di tutto alla comunione con sé. Del resto, quando non si instaura in primo luogo una forte relazione filiale con il Signore, finché non si instaura una relazione di intima comunione filiale con lui, come potrebbe aver luogo un’adeguata corrispondenza al suo divino progetto, qualunque esso sia? Come si potrebbe mai rispondere ad un qualsiasi appello vocazionale divino quando non lo si concepisce …

Leggi Tutto »

Commento al Vangelo di domenica 21 gennaio 2018 – Mc 1,14-20 – mons. Roberto Brunelli

Tutti impegnati per arrivare all’unità Nel vangelo di oggi (Marco 1,14-20) si torna a parlare della chiamata degli apostoli. Ma anche un altro argomento appare oggi rilevante: siamo in piena Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che impegna ogni anno i cristiani di tutte le confessione (cattolici, ortodossi, protestanti delle varie denominazioni) a pregare perché si realizzi la loro unità. L’iniziativa, partita oltre cento anni fa tra gli anglicani, ha visto via via aderirvi tutti gli altri, per almeno due basilari ragioni, di cui si trova il fondamento nella volontà del comune Signore. Durante l’Ultima Cena, cioè appena prima di affrontare il suo sacrificio, egli ha lasciato agli apostoli il suo testamento spirituale, e rivolgendosi al Padre tra l’altro ha detto: “Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola, perché tutti siano una cosa sola; come tu, Padre, sei in …

Leggi Tutto »

Commento al Vangelo di Venerdì 19 Gennaio 2018 a cura di Don Carlo Marcello

Mc 3, 13-19 Dal Vangelo secondo Marco In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli –, perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì. C: Parola del Signore. A: Lode a Te o Cristo.

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 18 Gennaio 2018

Oggi i nostri cuori si rallegrano di vedere tante persone che seguono Gesù. Lui gli ascolta e cura le loro malattie. Dio accoglie tutti, senza distinzioni: non importa se provengono da lì o qui, o se è sabato o giovedi. Dobbiamo fare del bene a tutti e in ogni momento! Gesù, ti chiedo un grande cuore con spazio per tutti.

Leggi Tutto »

Commento a 1 Maccabei 7 – don Giovanni Nicolini

Tutto diventa molto più delicato e doloroso, quando l’inimicizia, la divisione, la violenza e soprattutto l’abbandono della fede invadono la comunità ebraica. Allora il male è “interno”! E questo stesso “male” assume le stesse note dei mali che la comunità doveva subire dai nemici esterni. Ora, dolorosamente, il popolo del Signore aggredisce se stesso! Già il ver.1 ci dà la notizia di questo potere regale assunto per competizioni dinastiche del tutto estranee alla fede di Israele! E da qui gli eventi di morte che ne sono l’inevitabile conseguenza (vers.2-4). Gli idoli del potere invadono la storia del Popolo, e molti figli di Israele sono “iniqui e rinnegati” (ver.5). Le vicende cadono nei meccanismi iniqui del potere e della frode. Il popolo viene invaso dalla paura e dal terrore (ver.18). Non è più il Signore a guidare la vicenda del suo popolo, ormai immerso nelle guerre del potere mondano. Resta positiva …

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 17 Gennaio 2018

Oggi siamo rattristati dalla malvagità di quei farisei: la religione veniva adattata alle loro opinioni, invece di chiedersi ciò che Dio vuole. Il loro cuori non si rallegravano con il miracolo di Gesù: guarì un uomo che aveva una mano paralizzata. Ma come lo fece in Sabato, erano arrabbiati. Non ti sembra ridicolo? Il culto a di Dio è autentico se mi porta ad amare gli altri.

Leggi Tutto »

Il Vangelo di oggi per la famiglia – 16 Gennaio 2018

Oggi, Gesù Cristo torna a respingere la “religione di conformità”. La religione è per adorare Dio e amare tutti gli uomini. I farisei che stanno parlando con il Signore non amano. Certamente soddisfanno le esigenze del Sabato ma, amano? Qui li vediamo criticando i seguaci di Gesù perché non “riposano” come loro. A che serve compiere con la religione, se poi disprezzo gli altri? Può Dio sentirsi sento lodato con le mie critiche?

Leggi Tutto »