venerdì 15 dicembre 2017
Home » Vangelo del Giorno » Commento al Vangelo del giorno – 20 settembre 2017 – don Mauro Leonardi

Commento al Vangelo del giorno – 20 settembre 2017 – don Mauro Leonardi

Se un bambino non gioca, ci si preoccupa, perché vuol dire che qualcosa non va: sta male oppure si sente isolato dagli altri. Se un bambino non è capace di condividere ed esprimere emozioni, ci si allarma, perché ciò è sintomo di un trauma o di un problema psicologico, di una chiusura dentro la quale, con delicatezza, bisogna cercare di entrare. Con la medesima preoccupazione materna mista a triste ironia, Gesù guarda all’umanità che non crede. Non crede e non riesce a seguire né l’austerità di Giovanni Battista, né la gioia del Figlio dell’uomo: perché è bene sapere che in fatto di fede, non è questione di aderire ad una linea, tradizionalista o meno che sia: ma è solo una questione di amore che tutto accoglie, tutto spera, tutto.

Poesia

Come è difficile riconoscersi.
Anche tra simili.
Anche della stessa generazione.
Sia tra bambini.
Che tra grandi.
Quanto è difficile riconoscersi.
Ci vuole uno sguardo particolare.
Lo sguardo di figli.
Lo sguardo tra fratelli.
Ci vuole che mi ami per riconoscermi.
E’ inutile che strilli.
E’ inutile che mi dici cose giuste, belle e vere.
Se mi ami solamente.
Se mi ami mi riconosci.
Se ti amo ti riconosco.

Senza il sangue.
Senza un legame di sangue.
Che ci fa figli.
Che ci fa fratelli.
Che nasce dall’amore.
Qualsiasi cosa ho davanti non la vedo.
O peggio.
La vedo male.
Digiuno? E’ il demonio.
Mangio? Beone.
Senza amore, non si vede nulla.
Nulla e tutto sbagliato.

Come bambini che invece di giocare e divertirsi.
Che invece di ballare e cantare e commuoversi.
Stanno ognuno sul suo muretto.
A dirsi Fai!
Canta!
Suona!
Balla!
Piangi!
La vita te la devi vivere.
L’amore te lo devi amare, stringere.
In mezzo, in pista, in strada, tra gli altri.
Non si vive da seduti.
Non si ama senza incontrarsi.
Suona e ballerò.
Canta e piangerò.
Di gioia, di dolore, di amore, di vita.

Quando vedo qualcuno.
Voglio alzarmi e andare da lui.
Quando qualcuno viene da me voglio alzarmi e andargli incontro.
Voglio mangiare e bere con lui, con quello che ha.
Che mi offre.
Poco, se è poco.
Nulla, se è nulla.
Tanto, se è tanto.
Giusto, se è giusto.
Nessun giudizio da lontano.
Nessun giudizio.
Ma se vieni da me, io vengo da te.
E sto con te.
Alla tua tavola.
Alla tua vita.
E mangeremo, balleremo, piangeremo.
Da figli, da fratelli, da amanti.
Chiamami ancora.
Vieni ancora.

Da lontano, il giudizio è facile.
Con le parole e i pensieri solamente, il giudizio è facile.
Vieni da me.
E io vengo da te.
Ascolta la mia musica.
E io vengo alla tua tavola.
Ascolta i miei lamenti.
E io vengo alla tua tavola.
Nessuno demonio.
Ma io e te: così come siamo.
Insieme.
Nessun eccesso.
Ma io e te: così come siamo.
Insieme.
Ci riconosciamo perché ci amiamo.
Ci riconosciamo perché ci siamo alzati e siamo vicini, ora.
Allo stesso tavolo.
Di fronte.
Vicini, ora.
E l’amore si fa da vicino.
E l’amore si riconosce.
Ti amo.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
In quel tempo, il Signore disse: «A chi posso paragonare la gente di questa generazione? A chi è simile? È simile a bambini che, seduti in piazza, gridano gli uni agli altri così:“Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!”. È venuto infatti Giovanni il Battista, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e voi dite: “Ecco un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori!”. Ma la Sapienza è stata riconosciuta giusta da tutti i suoi figli».  Lc 7, 31-35
don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù


jQuery(document).ready(function() {

var CONSTANTS = {
productMinWidth : 185,
productMargin : 20
};

var $adUnits = jQuery(‘.aalb-product-carousel-unit’);
$adUnits.each(function() {
var $adUnit = jQuery(this),
$wrapper = $adUnit.find(‘.aalb-pc-wrapper’),
$productContainer = $adUnit.find(‘.aalb-pc-product-container’),
$btnNext = $adUnit.find(‘.aalb-pc-btn-next’),
$btnPrev = $adUnit.find(‘.aalb-pc-btn-prev’),
$productList = $productContainer.find(‘.aalb-pc-product-list’),
$products = $productList.find(‘.aalb-pc-product’),
productCount = $products.length;

if (!productCount) {
return true;
}

var rows = $adUnit.find(‘input[name=rows]’).length && parseInt($adUnit.find(‘input[name=rows]’).val(), 10);
var columns = $adUnit.find(‘input[name=columns]’).length && parseInt($adUnit.find(‘input[name=columns]’).val(), 10);

if( columns ) {
var productContainerMinWidth = columns * (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin) + ‘px’;
$adUnit.css( ‘min-width’, productContainerMinWidth );
$productContainer.css( ‘min-width’, productContainerMinWidth );
$products.filter( ‘:nth-child(‘ + columns + ‘n + 1)’ ).css( ‘clear’, ‘both’ );
}

if (rows && columns) {
var cutOffIndex = (rows * columns) – 1;
$products.filter(‘:gt(‘ + cutOffIndex + ‘)’).remove();
}

function updateLayout() {
var wrapperWidth = $wrapper.width();
var possibleColumns = columns || parseInt( wrapperWidth / (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin), 10 );
var actualColumns = columns || possibleColumns actualColumns ) {
$btnNext.css( ‘visibility’, ‘visible’ ).removeClass( ‘disabled’ ).unbind( ‘click’ );
$btnPrev.css( ‘visibility’, ‘visible’ ).removeClass( ‘disabled’ ).unbind( ‘click’ );
}
$productContainer.jCarouselLite( {
btnNext : ‘#’ + $adUnit.attr( ‘id’ ) + ‘ .aalb-pc-btn-next’,
btnPrev : ‘#’ + $adUnit.attr( ‘id’ ) + ‘ .aalb-pc-btn-prev’,
visible : actualColumns,
circular: false
} );

}

updateLayout();
jQuery(window).resize(updateLayout);
});
});

/*!
* jCarouselLite – v1.1 – 2014-09-28
* http://www.gmarwaha.com/jquery/jcarousellite/
* Copyright (c) 2014 Ganeshji Marwaha
* Licensed MIT (https://github.com/ganeshmax/jcarousellite/blob/master/LICENSE)
*/

!function(a){a.jCarouselLite={version:”1.1″},a.fn.jCarouselLite=function(b){return b=a.extend({},a.fn.jCarouselLite.options,b||{}),this.each(function(){function c(a){return n||(clearTimeout(A),z=a,b.beforeStart&&b.beforeStart.call(this,i()),b.circular?j(a):k(a),m({start:function(){n=!0},done:function(){b.afterEnd&&b.afterEnd.call(this,i()),b.auto&&h(),n=!1}}),b.circular||l()),!1}function d(){if(n=!1,o=b.vertical?”top”:”left”,p=b.vertical?”height”:”width”,q=B.find(“>ul”),r=q.find(“>li”),x=r.size(),w=x0?z-b.scroll:z+b.scroll)}),b.auto&&h()}function h(){A=setTimeout(function(){c(z+b.scroll)},b.auto)}function i(){return s.slice(z).slice(0,w)}function j(a){var c;a=y-w+1&&(c=a-x-b.scroll,q.css(o,-(c*t)+”px”),z=c+b.scroll)}function k(a){0>a?z=0:a>y-w&&(z=y-w)}function l(){a(b.btnPrev+”,”+b.btnNext).removeClass(“disabled”),a(z-b.scrolly-w&&b.btnNext||[]).addClass(“disabled”)}function m(c){n=!0,q.animate(“left”==o?{left:-(z*t)}:{top:-(z*t)},a.extend({duration:b.speed,easing:b.easing},c))}var n,o,p,q,r,s,t,u,v,w,x,y,z,A,B=a(this);d(),e(),f(),g()})},a.fn.jCarouselLite.options={btnPrev:null,btnNext:null,btnGo:null,mouseWheel:!1,auto:null,speed:200,easing:null,vertical:!1,circular:!0,visible:3,start:0,scroll:1,beforeStart:null,afterEnd:null}}(jQuery);

“Una donna del vangelo” è anche sul network  Papaboys

L’articolo Commento al Vangelo del giorno – 20 settembre 2017 – don Mauro Leonardi proviene dal sito Cerco il Tuo volto – Audio e Video cattolici italiani.


Fonte: CITV Vangelo del giorno

Leggi Anche...

Vangelo del giorno – 15 dicembre 2017 – don Carlo Marcello

Commento al Vangelo di venerdì 15 dicembre 2017 a cura di Don Carlo Marcello, direttore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *