ArchivioDicembre 2020

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di venerdì 25 Dicembre 2020

R

Oggi la luce risplende su di noi Anno B – Rito Ambrosiano – 25 dicembre 2020 Messa nella notte del Natale del SignoreIs 2,1-5; Salmo 2; Gal 4,4-6; Gv 1,9-14 Natale del Signore: Messa nel giornoIs 8,23b – 9,6a; Salmo 95; Eb 1,1-8; Lc 2,1-14. Vangelo Giovanni 1,9-14 E venne ad abitare in mezzo a noi – “9Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di venerdì 25 Dicembre 2020

C

Uno strano censimento “Luca colloca la nascita di Gesù nella cornice di Betlemme, una cittadina nei pressi di Gerusalemme, patria del re Davide, in occasione di un censimento ordinato dal “governatore della Siria Quirinio” (si legga Lc 2,1-7). Pieter Bruegel il vecchio in una tela del Museo delle belle arti di Bruxelles (1566) ha rappresentato in modo delizioso l’accorrere a...

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 20 Dicembre 2020

R

DOMENICA DELL’INCARNAZIONE O DELLA DIVINA MATERNITÀ DI MARIA Anno B – Rito Ambrosiano – 20 dicembre 2020 LETTURA Isaia 62,10–63, 3b Dite alla figlia di Sion: Ecco, arriva il tuo Salvatore SALMO 71 (72), Rallegrati, popolo santo; viene il tuo Salvatore. EPISTOLA Filippesi 4,4.9, Rallegratevi, il Signore è vicino VANGELO Luca 1,26-38a, Ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo...

Avvento – Paolo Curtaz commenta il Vangelo di domenica 20 Dicembre 2020

A

Un segno: “Il dolce tempo del si” Questo tempo di attesa si è inutilmente scontrato con tutte le nostre difese, le nostre ordinate e impermeabili barriere o la Parola ha potuto trovare uno spazio, un angolo di cuore pronto ad accogliere senza calcoli e senza mappature l’azione imprevedibile dello Spirito? Guardiamo a Maria, sia lei il modello di queste ultime ore di attesa del Signore. Forse...

Padri Dehoniani – Commento al Vangelo di domenica 20 Dicembre 2020 – IV domenica di Avvento

P

Giornata internazionale della solidarietà umana Il mistero manifestato Una volta sconfitti i nemici e giunto al potere, il re Davide decide di collocare «sotto i teli di una tenda» (2Sam 7,2) quel Dio pellegrino che ha custodito il suo cammino e quello del popolo contro i  nemici.  L’idea  di  costruire  una  casa  per  il  Signore,  dove  riporre l’arca  dell’alleanza,  sembra  opportuna...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di domenica 13 Dicembre 2020 – Il Battista

C

Una polemica contro i Battisti Tra i vari destinatari del Vangelo di Giovanni ci sono indubbiamente i seguaci del Battista. Accanto ai tre partiti ufficiali (farisei, sadducei ed esseni), esistevano ai tempi di Gesù movimenti popolari di risveglio religioso incentrati sulla necessità della conversione e della penitenza per la salvezza: essi costituiscono il movimento battista, cosiddetto perché...

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 13 Dicembre 2020

R

QUINTA DOMENICA DI AVVENTO Anno B – Rito Ambrosiano – 13 dicembre 2020 LETTURA Isaia 11, 1-10 – Un germoglio spunterà dal tronco di Iesse. SALMO 97 (98) Vieni, Signore, a giudicare il mondo. EPISTOLA Ebrei 7,14-17.22.25. Germogliato da Giuda, Gesù è sacerdote eterno, garante di un’alleanza migliore. VANGELO Giovanni 1,19-28 Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la...

Queriniana – Commento al Vangelo di domenica 13 Dicembre 2020

Q

Testimoni della gioia. La liturgia ci presenta Giovanni Battista come testimone della luce, colui che annuncia la venuta del Cristo. È questo messaggio che ci richiama alla conversione e che suscita la gioia autentica che deve colmare tutta la vita del cristiano. Testimoni della gioia La 3a domenica di Avvento è tradizionalmente nota come domenica Gaudete, o domenica della gioia: dall’antifona...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di martedì 8 Dicembre 2020 – Immacolata Concezione

C

LUCA TEOLOGO DI MARIA Il grande narratore e teologo di Maria è l’evangelista Luca. A lui dobbiamo gli splendidi quadri dell’Infanzia in cui la figura della Madre svolge un ruolo da protagonista. Luca, più di ogni altro evangelista, dedica attenzione a Maria; non solo descrive molti episodi della sua esistenza, ma soprattutto sviluppa un’autentica teologia mariana, presentando Maria come la figura...

Padre Benedict Vadakkekara – Commento al Vangelo del 8 Dicembre 2020

P

Il testo evangelico dell’annunciazione inizia con la presentazione del contesto in cui si svolgerà l’azione e dei protagonisti della stessa: L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La località Nazaret non è mai citata nell’Antico Testamento e, secondo Giovanni 1,46, si...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di domenica 6 Dicembre 2020 – Seconda domenica di Avvento

C

PRESENTAZIONE DEL FIGLIO DI DIO (1,1) Il Vangelo, la Buona Notizia, è Gesù Cristo stesso, Figlio di Dio; questa è la grande novità: che Dio si è fatto uomo, uno di noi, in Gesù Cristo. Marco è l’unico evangelista che ha intitolato “Vangelo” (“to euaggelion” = “buona notizia”) il suo libro su Gesù Cristo. Solo più tardi questo termine è passato ad indicare anche l’opera degli altri autori che...

Padre Benedict Vadakkekara – Commento al Vangelo del 6 Dicembre 2020

P

Il brano del vangelo odierno, come l’intero vangelo, si apre con un titolo: Inizio del vangelo di Gesù Cristo, figlio di Dio. Questo non è una banale osservazione, quasi che Marco volesse dire che qui inizia un libro chiamato vangelo. La parola vangelo nel primo secolo non indicava opere letterarie, ma la predicazione della Chiesa, il lieto annunzio che essa fa su Gesù come figlio di Dio. Marco...

Commento al Vangelo di Mt 9, 35-10,1.6-8

C

Il Signore Gesù ci confida oggi una sua grande preoccupazione: gli operai del Regno di Dio sono pochi. Questa sua preoccupazione è valida oggi come due mila anni fa. I cristiani del nostro secolo sono tantissimi, ma pochi vivono la loro fede nella vita quotidiana. Allora, invece di lavorare per il Regno di Dio, diventano pietra di inciampo e danno una controtestimonianza tanto per i credenti come...

Avvento – Paolo Curtaz commenta il Vangelo di venerdì 4 Dicembre 2020

A

Seguiamo il Signore anche se siamo ciechi. Non vediamo, non capiamo, non abbiamo in noi tutte le risposte, non conosciamo il nostro futuro né sappiamo se le nostre scelte ci portano alla felicità. Siamo mendicanti, e la fede scaturisce dalla consapevolezza che non sappiamo bene come si faccia a vivere. Abbiamo sentito parlare del Signore, altri ce ne hanno parlato e, con curiosità e timore...

Commento al Vangelo di Mt 9, 27-31

C

Due ciechi riacquistano la vista per la loro grande fede in Gesù. L’insegnamento del Signore ribalta tutte le nostre certezze e sicurezze: i ciechi vedono meglio il mondo interiore di quanto possono vederlo i sani. Questo fatto ci insegna una cosa molto importante: bisogna diventare ciechi a ciò che il mondo chiama luce per poter vedere in profondità ciò che veramente conta. Gesù chiede ai due...

Top