ArchivioMarzo 2022

Letture patristiche: DOMENICA «DEL PERDONO DELL’ADULTERA» – 3 Aprile 2022

L

DOMENICA «DEL PERDONO DELL’ADULTERA» V di Quaresima C Giovanni 8,1-11; Isaia 43,16-21; Salmo 125; Filippesi 3,8-14 Verità, bonta, giustizia e misericordia Considerate ora in qual modo la bontà del Signore fu posta alla prova dai suoi nemici. “Allora gli scribi e i farisei conducono una donna sorpresa in adulterio, la posero in mezzo e gli dissero. «Maestro, questa donna è stata colta in...

Paolo Curtaz commenta il Vangelo di domenica 3 Aprile 2022 – Rito Ambrosiano

P

Vivere da vivi La sfida, alla fine della fiera, è fra la morte e la vita. Fra vivere da vivi o da morti. Fra il permettere che la vita contagi e si allarghi fino a superare ogni morte o, viceversa, permettere alla morte di contagiare ogni aspetto della vita. Il deserto, il Tabor, la sete, la cecità… tutto ci porta all’essenziale, alla scelta. Scegliere o meno di vivere. Non vivacchiare, come...

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 3 Aprile 2022 – don Walter Magni

R

DOMENICA DI LAZZARO Quinta di Quaresima – Anno C – Rito Ambrosiano – 3 aprile 2022 Lodate il Signore, invocate il suo nome VANGELO: Giovanni 11,1-53 In quel tempo. 1Un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella, era malato. 2Maria era quella che cosparse di profumo il Signore e gli asciugò i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato. 3Le sorelle...

Comunità Kairos – Commento al Vangelo del 27 Marzo 2022

C

Nel lungo periodo di preparazione alla Pasqua del Signore, periodo di raccoglimento e preghiera per custodire la promessa del Padre, la liturgia oggi ci invita alla festa, per non dimenticare che l’amore è un dono e l’incontro con Dio è un abbraccio avvolgente, perché siamo tutti creature imperfette accolte nella gioia. Il perdono è il più grande dei doni, perché nasce nell’alveo della tenerezza...

Paolo Curtaz commenta il Vangelo di domenica 27 Marzo 2022 – Rito Ambrosiano

P

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 9, 1-38b In quel tempo. Passando, il Signore Gesù vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo interrogarono: «Rabbì, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia nato cieco?». Rispose Gesù: «Né lui ha peccato né i suoi genitori, ma è perché in lui siano manifestate le opere di Dio. Bisogna che noi compiamo le opere di colui che mi ha mandato...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di domenica 27 Marzo 2022

C

LA SALVEZZA È GRATUITA La parabola del “figliol prodigo” o meglio, come viene ora chiamata, del “padre misericordioso” o del “padre modello”, è stata definita “la perla delle parabole”, “il Vangelo del Vangelo”. Molto spesso questa parabola è stata letta come un cammino di conversione indicato ai discepoli. In realtà al suo centro c’è la teologia di Paolo, di cui Luca era collaboratore e medico...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022

C

PERCHE’ IL DOLORE? La mentalità etico-giuridica ebraica e poi del mondo romano hanno spesso presentato l’incarnazione del Figlio come momento necessario affinché egli potesse sacrificarsi, morendo in croce, e dare così, essendo il Figlio infinito, soddisfazione adeguata all’offesa infinita arrecata dall’uomo a Dio con il peccato. Ma questa idea di un Padre irato e vendicativo che esige totale...

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 20 Marzo 2022 – don Walter Magni

R

DOMENICA DI ABRAMO Terza di Quaresima – Anno C – Rito Ambrosiano – 20 marzo 2022 Salvaci, Signore, nostro Dio VANGELO: Giovanni 8,31-59 – In quel tempo. Il Signore 31Gesù disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; 32conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». 33Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non...

Paolo Curtaz commenta il Vangelo di domenica 20 Marzo 2022 – Rito Ambrosiano

P

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 8, 31-59In quel tempo. Il Signore Gesù disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liber discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come puoi dire: “Diventerete liberi”?». Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque...

Letture patristiche: DOMENICA « DELLA TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE» – 13 Marzo 2022

L

DOMENICA «DELLA TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE» II di Quaresima C Luca 9,28b-36; Genesi 15,5-12.17-18; Salmo 26; Filippesi 3,17-4,1 OMELIA SULLA TRASFIGURAZIONE[1]   di Gregorio Palamas Contemplando le meraviglie di Dio Anche noi lodiamo e ci meravigliamo contemplando questa grande opera di Dio, cioè tutta la creazione visibile. La stessa lode e la stessa meraviglia avevano i sapienti pagani[2]...

Carlo Miglietta – Commento al Vangelo di domenica 13 Marzo 2022

C

Questo episodio della vita di Gesù va capito molto bene, analizzando anche i brani paralleli degli altri Vangeli (Mc 9,2-10; Mt 17,1-13). UN’ESPERIENZA POST-PASQUALE? “L’originalità di questo brano, oltre che dalla scenografia tipicamente apocalittica, proviene dal contesto. Viene subito dopo l’annuncio della passione e morte del figlio dell’uomo, le rimostranze di Pietro e...

Rito Ambrosiano – Commento al Vangelo di domenica 13 Marzo 2022 – don Walter Magni

R

DOMENICA DELLA SAMARITANA Seconda di Quaresima – Anno C – Rito Ambrosiano – 13 marzo 2022 Signore, tu solo hai parole di vita eterna VANGELO: Giovanni 4,5-42 – In quel tempo. Il Signore Gesù 5giunse a una città della Samaria chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: 6qui c’era un pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva...

Paolo Curtaz commenta il Vangelo di domenica 13 Marzo 2022 – Rito Ambrosiano

P

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 4, 5-42In quel tempo. Il Signore Gesù giunse a una città della Samaria chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: qui c’era un pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo. Era circa mezzogiorno. Giunge una donna samaritana ad attingere acqua. Le dice Gesù: «Dammi da bere». I suoi...

Top