don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 16 Settembre 2022

d

“Erano state guarite”

Gesù al suo seguito aveva molta gente, con le storie di vita più diverse e dal passato non sempre esaltante. Ma è proprio questo il bello del seguito di Gesù: un insieme di persone non perfette, ma “recuperate”.

Uomini e donne che forse tante volte avevano dovuto abbassare gli occhi per la vergogna, finalmente ritrovano la dignità perduta, un senso per la loro vita, la forza per superare le loro fragilità e le ferite più profonde. Anche chi è stato toccato dal male, dalla possessione diabolica, ha ripreso nuovamente a vivere, accanto a Gesù.

Per questo non bisogna rassegnarsi per le proprie debolezze quando si cammina con Gesù. Anzi è proprio il camminare con Lui che infonde la forza e la motivazione per il proprio cambiamento personale. Il cambiamento che nasce dalla fede infatti è più forte di qualunque altra motivazione personale, sociale o economica.

Se sei già in cammino con Lui, non abbandonarlo, anche se ti trovi in un punto critico, e se non hai ancora cominciato, provaci senza timore. Scoprirai da te stesso quanto avrai da guadagnare.

Il cambiamento personale che nasce dalla fede è quello che tocca in profondità il cuore e dà una forza interiore maggiore di tante altre motivazioni personali, sociali o economiche.

C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 8,1-3
In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.
Parola del Signore.

Fonte: il canale Telegram di don Vincenzo Marinelli

Top