don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2022

d

“Non c’è nulla di nascosto che non sia conosciuto”

Non solo il Signore conosce i nostri pensieri e le nostre azioni, ma tante volte anche chi ci conosce da tempo guardandoci bene riesce ad intuire quello che stiamo vivendo. Tutto quello che viviamo dentro, per quanto ci sforziamo di tenerlo nascosto agli occhi degli altri, tuttavia non sfugge a chi è attento e riesce ad osservarci con attenzione.

Tutte le volte che neghi o alteri la verità, fai del male a te stesso o agli altri. La Verità non può rimanere nascosta per sempre.

A volte, anche se riusciamo a dissimulare ciò che avviene nel nostro animo con diverse giustificazioni, è  il corpo che non riesce a tacere e manifesta con dei malesseri passeggeri o, ancor peggio, duraturi, la difficoltà del momento.

Questo avviene perché c’è una legge divina che stabilisce che la verità non può rimanere nascosta. Sia la verità personale, cioè le motivazioni e le intenzioni che ci animano nel più profondo del cuore, sia quella divina. La verità personale infatti anche se rimane nascosta agli occhi degli uomini, non può rimanere celata davanti a Dio.

La verità divina invece risplenderà più del sole in tutta la sua luminosità quando alla fine dei tempi ogni menzogna e ogni inganno del Maligno e degli uomini saranno smascherati. Esercitati a vivere nella verità e nella trasparenza e il tuo animo sarà luminoso e pieno di pace.

Tutte le volte che neghi o alteri la verità, fai del male a te stesso o agli altri. La Verità non può rimanere nascosta per sempre.

La lampada si pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 8,16-18
 
In quel tempo, Gesù disse alla folla:
«Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.
Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce.
Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».
Parola del Signore.

Fonte: il canale Telegram di don Vincenzo Marinelli

Top