Queriniana – Commento al Vangelo di domenica 13 Dicembre 2020

Q

Testimoni della gioia. La liturgia ci presenta Giovanni Battista come testimone della luce, colui che annuncia la venuta del Cristo. È questo messaggio che ci richiama alla conversione e che suscita la gioia autentica che deve colmare tutta la vita del cristiano.

Testimoni della gioia

La 3a domenica di Avvento è tradizionalmente nota come domenica Gaudete, o domenica della gioia: dall’antifona d’ingresso alla seconda lettura, infatti, essa è pervasa da un costante invito a rallegrarci nel Signore, sempre!

La prima lettura motiva questa gioia piena con l’immagine delle vesti della salvezza con cui il Signore cinge il suo profeta e il suo eletto.

È la presenza del Signore, infatti, a fondare una gioia che non può essere turbata dalle incertezze delle nostre storie personali e collettive, giacché in esse, come canteremo nel Magnificat (che nella domenica odierna sostituisce il salmo responsoriale), possiamo vedere all’opera il braccio potente di Dio.

Così vide e annunciò anche Giovanni il Battista, che oggi ci viene presentato nel racconto del quarto evangelista. Come leggiamo nel vangelo, egli è testimone della luce, che apertamente confessa il proprio ruolo profetico, per preparare la strada a colui che battezzerà in Spirito Santo e porterà la salvezza nel mondo.

Fonte

L'autore

Editrice Queriniana
Editrice Queriniana

Editrice QUERINIANA - Congregazione Sacra Famiglia di Nazareth
Libri di teologia e filosofia della religione, riviste e manuali scolastici di settore.

Top